Cerca nel blog

giovedì 31 ottobre 2013

Chi vive unicamente di sensazioni e per le sensazioni, non è che un pigro d' animo cronico, e quando si troverà ad affrontare dei momenti importanti o di passaggio, tutti i suoi sorrisi smaltati che avrà distribuito come pane secco ai poveri  o ai propri amici in cerca di vana e facile venerazione lo abbandoneranno alla propria insopportabile solitudine, in balia della propria pesantissima, vuota leggerezza. Meno peggiore allora il sentimentalismo di una pubblicità per autovetture, perché almeno è cosciente recitazione, e non tiene addormentato l' attore.
Non ti accontentare del caso, non ti rassegnare. Non si è mai visto né sentito un angelo sghignazzare né ridere, ed è bene vivere come angeli.






lunedì 28 ottobre 2013

Un amore sconfinato.Come quando passa una bambina che ride con sua madre e senti una lama bianca che parte dallo stomaco e si assesta in gola. Forse un giorno questa creatura soffrirà e questa lama partirà e sarà sua madre che la aspetterà alzata a tarda notte, quando sprofonderà nel suo cuscino in silenzio,senza nessuno; sarà il cuscino.
Poi la lama ripartirà, e sarà il dorso di una montagna, una duna della cava di bauxite di Otranto, il marciapiede su cui siederà un uomo che non saprà cosa fare. Sparire nell'amore che forma tutte le cose. Ricordati di ricordare.

domenica 27 ottobre 2013

Una canzone di Finardi del 1987 mi riporta al cuore mia nonna, la Fiat Uno blu, il blocco per i disegni, poche piccole cose, il mare che era  grande, l' amore sconfinato intrappolato in gola. Come a essere sempre sul punto di scoppiare a ridere,oppure piangere.

giovedì 24 ottobre 2013

Tutti temono la morte,soprattutto astrattamente. Ben pochi, però, temono quanto possa essere già concretamente morta la propria vita, senza la attenzione.
Ogni sentimento che spendi è in te,è tuo. Può sembrarti rivolto a qualcuno o qualcosa,in realtà è in te e,in realtà,sei suo ospite.Tieni le stanze pulite e profumate e non attaccarti alle cose,poiché ti governeranno.

mercoledì 23 ottobre 2013

Vedi come è folle la vita propinata da questi tecnocrati e burocrati,così spiritualmente retrograda. Manichini incastrati in un corpo a loro incomprensibile, sergenti del nulla che non hanno sentimenti se non per i propri padroni.

martedì 22 ottobre 2013

È mattino presto. Un caffè al bar e alla radio la solita discussione in prima persona plurale sulle abitudini di massa.Non sopporto tutti quei "noi", così omologati e banali. Qualcuno sbadiglia malamente,una donna ride starnazzando. La vita muore continuamente,mentre parte il sole in cielo,spicca e si staglia che sembra settembre. Penso all'uomo che fa di tutto per dare eternità alle cose,e ignora che le cose eternamente cambiano,cadono. ÈMa è sempre mattina presto.

sabato 12 ottobre 2013


La vicenda di Gigi Meroni


giovedì 10 ottobre 2013

martedì 8 ottobre 2013


Per trattenere tutto quel cielo così grande su di me mi resi conto che non avrei più smesso di disegnare. In quei momenti ero tutto cielo e, per crescere, avrei dovuto prima trattenere tutto quel cielo conservando l'istinto del disegno,poiché mentre disegnavo c'era tutto il mondo nel foglio e io ero il foglio.
Oltre se' ci sono praterie,mondi,mari. Un enorme vento. Per gli uomini soltanto stagioni e amori di stagione; in primavera allora é tutto un fiorire di voti, fiori, incensi e madonnine. Poi viene l'estate ed esplode lo spirito ed è tutto un ringraziare,mettersi a disposizione,servire. Viene poi l'autunno e il cuore si smorza, ritornano gli squilli della personalità o presunta tale, le foglie imbruniscono. Infine viene l'inverno, le madonne se ne vanno, si chiudono i diari e le finestre, tutto é troppo, arrivederci amoruccio.
Eppure c'è una parte che ben oltre la memoria che si attiva, ad esempio, nella sensazione magica dell'essere in viaggio, di dedicarsi oppure di perdersi in qualcosa. Qualcosa dietro gli angoli. Non ti perdere.

martedì 1 ottobre 2013